Benvenuto!!

L’Internet delle cose, in inglese Internet of Things (IoT), è un neologismo utilizzato nel mondo delle telecomunicazioni riferito all’estensione di internet al mondo degli oggetti e dei luoghi concreti. Il concetto rappresenta una possibile evoluzione dell’uso della rete internet: gli oggetti (le “cose”) si rendono riconoscibili e acquisiscono intelligenza grazie al fatto di poter comunicare dati su se stessi e accedere ad informazioni aggregate da parte di altri. Tutti gli oggetti possono acquisire un ruolo attivo grazie al collegamento alla Rete. Per “cosa” o “oggetto” si può intendere più precisamente categorie quali: dispositivi, apparecchiature, impianti e sistemi, materiali e prodotti tangibili, opere e beni, macchine e attrezzature. Questi oggetti connessi si contraddistinguono per alcune proprietà o funzionalità. Le più importanti sono identificazione, connessione, localizzazione, capacità di elaborare dati e capacità di interagire con l’ambiente esterno. L’obiettivo dell’internet delle cose è far sì che il mondo elettronico tracci una mappa di quello reale, dando un’identità elettronica alle cose e ai luoghi dell’ambiente fisico.

WIOT crea sistemi per il monitoraggio e il controllo nell’ambito della building automation ma non solo. Prerogativa è di interconnettere localmente il sistema nelle sue parti in modalità totalmente wireless, utilizzando schede low power alimentate da batterie e/o fonti rinnovabili.

Potete per esempio trovare i dati di monitoraggio del Stadio della Canoa di Ivrea in questo sito: sistema creato interamente da noi, con un Raspberry (come elaboratore centrale) e alcune schede elettroniche acquistabili a cifre economiche su siti online per la gestione degli I/O verso il mondo esterno. In questa applicazione, monitoriamo il livello del fiume, inviamo allarmi in caso di soglie pericolose, permettiamo di accendere l’illuminazione del canale in modo automatico e/o da applicazione web (WPA). Il sistema può funzionare in modo autonomo (gestione illuminazione, invio allarmi e segnalazioni luminose) ma è anche connesso al Cloud per poterlo controllare da remoto, riconfigurarlo ecc..